Un inizio scoppiettante

IL BIGLIETTO VERDE

Non si poteva che cominciare con il botto, durante la fatidica settimana che è finalmente arrivata: il mercato ha ormai prezzato il primo aumento dei tassi della Fed dell’ultimo decennio e sicuramente una mancata azione da parte della Yellen avrà un effetto più destabilizzante per i mercati rispetto ad un aumento, ormai quasi scontato (il consensus è ormai del 97% secondo il WSJ).
La maggioranza degli indicatori economici descrivono una situazione ideale per l’economia Americana, ma non è escluso che, alla fine di una settimana come questa, ricca di avvenimenti di rilievo, la situazione possa cambiare.
Questa mattina alle 11:00 si comincerà subito con un’apparizione di Draghi in Italia, mentre il mercato si prepara a prezzare le future aspettative di politica monetaria che la Fed intraprenderà a seguito del FOMC.
Intanto l’EURUSD è stato offerto durante il weekend sulla scia degli exit pools Francesi e al momento viene scambiato a 1,0960 dopo aver toccato 1,1037. Le mie previsioni rimangono bearish con il primo supporto importante posizionato a 1,0958, per poi dirigersi verso 1,0931.
EURUSD.jpg

IL GREGGIO

Con quella di oggi fanno sette, le sedute consecutive al ribasso per il Greggio, sulla scia di un mercato che continua a prezzare i timori di un’estensione del periodo di eccesso di offerta. Quella odierna è la più lunga serie ribassista dalla metà del 2014 con i futures sul WTI che al momento scambiano a 35.48 $/bbl (-0.40%), mentre quelli sul Brent sono scesi dello 0.34% a 38.19 $/bbl.

Le perdite si sono estese a seguito della decisione da parte dell’OPEC di non ridurre la produzione, in modo da non intaccare le quote di mercato dei principali player. Questo ha chiare ripercussioni sulle scorte (già molto alte) e sull’eccesso di produzione che, al momento, spaventa ancora gli investitori.

Quì sotto un grafico molto significativo della situazione dell’oro nero in questo momento: le “scommesse” contro il petrolio da parte degli Hedge Funds.. a voi le interpretazioni!

 ab 
Staremo a vedere, intanto.. godetevi lo spettacolo!
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s