La quiete prima del Natale

Con le festività in arrivo (che portano stabilità sui mercati finanziari), la maggior parte delle valute sono rimaste stabili con leggeri movimenti che hanno caratterizzato la sessione Asiatica, ma di poco rilievo.

Il bipolarismo Cinese

Mentre il cambio USDCNY è ai livelli più alti dal 2011 a circa 6.4837, la moneta Cinese sembra essere in continua discesa, con un movimento che dopo l’aumento della Fed ha avuto un’ulteriore accelerazione al ribasso. Un aspetto curioso riguarda lo spread CNH-CNY che, essendo ancora piuttosto alto, indica posizioni short anche sul mercato del CNH.

L’inclusione della Cina nel basket SDR non è stato certamente di aiuto, ma sono comunque dell’idea che le autorità Cinesi vedano di buon occhio un graduale deprezzamento del CNY (e di conseguenza del CNH) nei confronti del biglietto verde.

Mi aspetto quindi un’ulteriore graduale impennata del cambio USD/CNY nei prossimi mesi, verso 6.65 (anche in previsione delle future mosse della Fed) e considerando le previsioni in aumento per l’EURUSD nel medio termine, houna visione rialzista anche per l’EURCNH, che potrebbe portarsi verso i 7.71 nel 2016.

 

RMB-World-640x360

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s